Archivio › 2004 luglio

Progettare il Web del futuro

sabato 31 luglio 2004

Designing with web standards

In questi giorni ho terminato di leggere il libro “Progettare il Web del futuro” scritto da Jeffrey Zeldman.

Devo dire che la sua lettura è stata molto interessante. Il libro parla di standard per il Web descrivendo la loro storia e perché sono stati così fortemente voluti dai migliori web designer del mondo. Oltre ad essere confrontati con i metodi di progettazione più comunemente utilizzati fino ad oggi, vengono descritti i vantaggi di una progettazione basata sugli standard e come gli stessi siano supportati dai browser attualmente disponibili sul mercato.

L’autore del libro, Jeffrey Zeldman, è fra i web designer più conosciuti al mondo. Il suo sito personale ha accolto più di 16 milioni di visitatori, ed è letto quotidianamente da migliaia di addetti ai lavori nel settore dello sviluppo web e del web design.

I diversi argomenti trattati nel libro propongono come:

  • Separare presentazione grafica, struttura e comportamento delle pagine web
  • Migliorare l’esperienza degli utenti con tempi di caricamento più rapidi
  • Abbattere i costi di progettazione, sviluppo e verifica della qualità (o a realizzare lavori di grande impatto con budget ridotti)
  • Ottenere un design superbo e sofisticate funzionalità, senza temere le incompatibilità dei browser
  • Predisporre un sito web affinché fra cinque anni funzioni bene come oggi
  • Supportare gli utenti di dispositivi wireless e PDA, senza i costi e la fatica di implementare versioni multiple per le diverse piattaforme
  • Rispettare la normativa e le linee guida in materia di accessibilità

Consiglio la lettura del libro a tutti coloro che ancora non conoscono i vantaggi degli standard per il Web; designer ed esperti di programmazione HTML per cui la progettazione di un sito è stata finora come l’avventurarsi in un territorio selvaggio e insidioso, piuttosto che come un’attività mirata a un risultato destinato a durare nel tempo. Buona lettura!

Sondaggio font

mercoledì 21 luglio 2004

Essere sicuri se un particolare font è installato su un PC, Mac oppure nei sistemi Unix non è sempre facile. Il sito Code Style, con i suoi sondaggi aggiornati mensilmente, aiuta a farsi un’idea su quali font sono installati nei diversi sistemi.

Si possono vedere i risultati dei sondaggi con la percentuale di utilizzo per ogni font, oltre ad una comoda anteprima. Interessanti sono anche gli esempi suddivisi per font Serif, font Sans serif, font Monospace, font Fantasy e font Corsivi.

Mac OS X 10.4 Tiger

mercoledì 7 luglio 2004

Anteprima Mac OS X 10.4 Tiger

La scorsa settimana è stato presentato in anteprima Mac OS X 10.4, nome in codice “Tiger”; ultimo aggiornamento del sistema operativo targato Apple.

Tiger mantiene viva la tradizionale innovazione Apple con Spotlight, un rivoluzionario modo per trovare documenti e informazioni sul personal computer; Safari RSS, una nuova versione dell’innovativo browser web di Apple, che fornisce accesso immediato alle più aggiornate informazioni RSS sul Web; Dashboard, un fantastico modo per accedere rapidamente a una raccolta di nuovi “ferri del mestiere”; e iChat AV, lo strumento per le conferenze audio e video multi-way e la prima soluzione consumer del settore con un’incredibile interfaccia 3D.

Mac OS X 10.4 Tiger sarà disponibile nella prima metà del prossimo anno. Non rimane che aspettare.

Benvenuti su lucatogni.ch!

martedì 6 luglio 2004

L’obiettivo principale del sito è quello di presentare la mia attività di designer freelance attivo nel settore della comunicazione e dei new media. Inoltre rappresenta un luogo dove raccogliere notizie, idee e suggerimenti; scrivere di tecnologia, grafica e design con la possibilità di condividerle e commentare con clienti ed amici.

Nel profilo trovate maggiori informazioni sul sito, nonché sul mio percorso formativo, le conoscenze acquisite e le diverse esperienze professionali.

Se riscontrate un qualsiasi problema nel visitare il sito, vi prego di comunicarmelo, lasciando un commento oppure scrivendo un’email. Grazie.